La crescita del turismo in Albania

Tra le destinazioni turistiche in gran crescita vi è sicuramente l’Albania. Conosciuta anche come il Paese delle aquile, sta vivendo un periodo di avanzamento e sviluppo.

Sunshade umbrellas and deckchairs on the beautiful Ksamil beach, Albania.

Il suo territorio dalla suggestiva bellezza, possiede un grande patrimonio artistico, culturale ed archeologico. I paesaggi che si presentano sono a dir poco spettacolari soprattutto quelli costieri dove mare cristallino e spiagge bianchissime sono i principali punti di forza.

Ma ciò che spinge i turisti a visitare questa terra è soprattutto il connubio qualità –  prezzo. Le strutture ricettive di buon livello offrono servizi a prezzi competitivi, ottima destinazione dunque per chi vuole trascorrere una vacanza conveniente.

Tra le mete più gettonate figurano la spiagge bagnate dal Mar Mediterraneo. Con oltre 450 Km di coste incontaminate il paesaggio che si presenta è sempre vario. Nonostante le coste albanesi siano prevalentemente sabbiose, non mancano spiagge di ghiaia, insenature, baie, lagune e grotte marine.
Una delle zone marine più importanti è la Riviera, che nonostante si presenti rocciosa , è una delle più importanti aree turistiche dell’Albania. Si estende da Valona a Sarada ed è ricca di vita e locali notturni per questo meta più frequentata dalla classe benestante del paese.

valbonaFamoso anche il paesaggio montano caratterizzato da laghi, altopiani e montagne selvagge. Senza dimenticare che qui si trovano i più meridionali ghiacciai d’Europa.

Per gli amanti dell’arte, invece, molti sono i siti ricchi di storia e cultura. Nella regione di Fier troviamo Apollonia, antica città fondata dai coloni greci nel 588 a.C.. Definita da Cicerone “Magna urbs et gravis” ossia città grande e maestosa, era all’epoca uno dei più grandi centri commerciali del paese. Rinvenuta alla luce nei primi anni del Novecento, conserva ancora nelle sue rovine molti testi rimasti nascosti.

 

Maria Teresa